Concorso di idee per la riqualificazione dell’area centrale di Condove-ex impianto sportivo

tav 1 condove

Criteri del progetto

I presupposti di partenza del progetto sono state le dieci idee in campo, elaborate nel processo di progettazione partecipata, avuto dalla committenza con la cittadinanza di Condove.

Si e’ pensato quindi ad un parco multifunzionale, per stimolare l’aggregazione sociale e intergenerazionale, con un occhio attento all’aspetto ecologico ed energetico. Un altro aspetto importante che abbiamo inserito nel progetto, anche se non richiesto espressamente dal bando e’ stato la reversibilita’ dei luoghi: ipotizzare cioe’ delle strutture che siano di facile e veloce installazione e che possano essere facilmente rimosse qualora se ne presenti l’occasione o la necessita’, in modo tale da riportare i luoghi al loro stato naturale precedente.

container

L’intervento inoltre, considera basilare l’inserimento nel contesto, realizzato attraverso nuovi collegamenti pedonali dalle tre vie permetrali (via Cesare Battisti, viale Bauchiero e via Roma), di cui uno e cioe’ quello da via Roma, accessibile anche a mezzi di soccorso e/o per l’allestimento di eventi. Oltre ai suddetti accessi, si prevede l’accesso pedonale dal bellissimo cancello posto tra la scuola e la biblioteca, su piazza Martiri della Liberta’ e l’accesso dal giardino della chiesa di San Rocco (rappresentati con frecce rosse sulla Tav.1), in modo tale da rendere il piu’ possibile permeabile e facilmente usufruibile agli utenti il progetto stesso.

condove cinema

L’area e’ stata pensata principalmente attrezzata a verde pubblico, di cui una parte degradante e a gradonate di verde con piantumazione di nuovi alberi, sulla via Cesare Battisti per coprire il dislivello di circa 2m esistente, e si e’ utilizzato il verde sempre con alberi ad alto fusto, come barriera antirumore nelle vicinanze degli edifici residenziali esistenti (si veda a tal proposito, la planimetria generale della TAV.1).

condove interno2

L’area, attraversata da vialetti in pavimentazione naturale stabilizzata, risulta attrezzata con la presenza di:

  • aree/piazzette circolari attestate sui vari percorsi che attraversano l’area, dotate di sedute in cemento/pietra la cui forma a cerchio stimola la socializzazione,

  • un’area sportiva legata al gioco delle bocce attigua al padiglione coperto esistente anch’esso adibito al gioco delle bocce,

  • un campo volley/calcetto dotato di bagni e spogliatoi, allestiti in due container sovrapposti uno all’altro, sfruttando il declivio del terreno e situati nello stesso posto degli spogliatoi attualmente esistenti, vicino alla piastra sportiva di recente realizzazione comunale,

  • aree gioco bimbi realizzate vicino alla scuola statale C. Bertacchi, in modo tale da poter essere fruibili anche dagli alunni, con possibilita’ di recupero e installazione in loco di quelli esistenti in via Grandi,

  • una struttura circolare semicoperta polivalente, situata ad una distanza sempre maggiore di 10m dai confini del lotto, realizzata in legno/Xlam con tetto verde e parzialmente in fotovoltaico, per garantirne l’autonomia energetica, avente al suo interno uno spazio di aggregazione giovanile con sala proiezione e sala giochi/ping pong, una piccola palestra, dei magazzini per gli orti, un locale di ristoro ed un ampio cortile/prato per eventi quali cinema/teatro/spettacoli/sedute di yoga,

  • una serie di orti sensoriali con piantumazione di diverse essenze autoctone, collocati attorno alla struttura polivalente, per favorire la conoscenza delle piante e del giardinaggio da parte della cittadinanza e degli alunni delle scuole,

  • un percorso running/fitness che si dispiega nel parco e che prevede anche l’uso di attrezzi ginnici da esterni,

  • delle isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti e per la creazione del compost utile agli orti,

  • la gradinata del campo di calcio esistente, conservata a ricordo della passata attivita’.

Questa la descrizione sintetica dell’intervento, che prevedera’ l’utilizzo di tecnologie e materiali ecocompatibili, privilegiando materiali durevoli e riciclabili oltre che con pochissime emissioni di CO2.

L’area per come e’ stata pensata, non presenta alcun impedimento di accessibilita’: tutto cio’ che e’ presente e’ accessibile e visitabile da persone con ridotte capacita’ motorie e/o visive, e per la sua realizzazione ci si avvarra’ delle indicazioni del Decreto ministriale 11 ottobre 2017 sui “Criteri ambientali minimi”.

eco

Entrando maggiormente nel dettaglio, la struttura polivalente risulta il cuore pulsante del progetto e oltre ad essere un luogo di aggregazione sociale per la cittadinanza, dato che potra’ accogliere al suo interno diverse attivita’ quali la palestra, i magazzini del giardinaggio, il centro aggregativo e multiculturale per i giovani, un bar/ristoro e un blocco di servizi igienici pubblici, potra’ essere una valvola di reddito per l’amministrazione comunale che potra’ far gestire a privati quelli che sono piu’ propriamente spazi commerciali come il bar e la palestra.

ASSO COLORATA

La struttura polivalente, realizzata su fondazioni prefabbricate facilmente rimovibili, sara’ realizzata in struttura portante lignea X-lam o simili, in modo tale da risultare molto leggera, velocemente realizzabile e con costi di cantierizzazione ridotti. Il tetto verde e la coibentazione a cappotto in fibra naturale presente nelle pareti perimetrali fanno si che si possa facilmente classificare in classe A con consumi energetici ridotti e in parte risolti dalla copertura fotovoltaica.

La struttura sara’ quindi il centro delle attivita’ sia diurne che serali, sia al suo interno negli spazi dedicati, sia all’esterno nel suo cortile circolare, che risulta isolato in termini acustici dall’esterno dalla presenza di ulteriori pariture verticali quali tende o pareti mobili situate negli atri porticati di accesso del padigliione (si veda a tal proposito la planimetria dell’edificio in TAV.2).

CERCHIO

Gli orti sensoriali circonderanno la struttura polivalente garantendo una ulteriore attivita’ legata al verde e alla conoscenza della natura in termini di flora e fauna per la cittadinanza.

ORTI SENSORIALI

Tali orti potranno essere gestti dagli alunni delle scuole o dagli abitanti stessi, andando a scegliere essenze autoctone e di facile manutenzione. Ovviamente in tutta l’area ci sara’ un percorso di riciclo delle acque piovane che andranno ad alimentare i servizi igienici pubblici presenti e gli orti stessi. Le isole ecologiche saranno dei punti di raccolta dei rifiuti in termini di differenziata che potranno servire anche per la raccolta dell’organico proveniente dagli edifici residenziali esistenti situati nelle vicinanze, per la creazione del compost utile agli orti sensoriali.

Le aree di gioco per i bimbi e di fitness, saranno attrezzate con giochi e strumenti altamente resistenti all’usura e possibilmente in legno, trattato in autoclave.

giochi

La zona sportiva legata al nuovo campo volley/calcetto, realizzata a guisa della piastra esistente gia’ presente, avra’ dei nuovi spogliatoi e dei nuovi bagni, i quali troveranno posto in due container sovrapposti attrezzati come da planimetrie allegate sulla Tav.2.

container

I container potranno essere utilizzati gia’ usati e appositamente coibentati e attrezzati per le funzioni suddette, con una spesa assai ridotta, e anche per questi si puo’ pensare a delle fondazioni prefabbricate di facile posa e possibile eliminazione, qualora le esigenze funzionali dovessero cambiare. L’esterno potra’ essere verniciato con graffiti/murales realizzati dagli artisti/writers invitati per l’inaugurazione dei luoghi.

Finalita’ del progetto

L’obiettivo e’ quello di creare una zona viva, ricca di attivita’ sia per i giovani che per i meno giovani, che possa ospitare umani e non umani in maniera da riavvicinarci alla natura in una maniera sostenibile e virtuosa, per fare in modo che il cuore di Condove torni a pulsare in una maniera piu’ nuova e partecipata, per essere infine di esempio a quanti altri vorranno procedere in questa maniera per far di nuovo vivere quei centri che hanno perso la loro importanza a causa della deindustrializzazione. Noi crediamo che un intervento del genere comporterebbe un aumento di attivita’ legate al divertimento, al turismo e allo sport che potrebbe coinvolgere anche utenti al di fuori della cittadina di Condove e fare cosi’ da volano per le attivita’ commerciali presenti.

tav 2 condove

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this:
close-alt close collapse comment ellipsis expand gallery heart lock menu next pinned previous reply search share star